Tortelli di zucca

il

 Oggi spazio ad uno dei miei piatti preferiti i Tortelli di zucca un primo piatto Piemontese tipico del periodo invernale ma se avessi le zucche tutto l’anno non ci rinuncerei mai.

Avvertenze prima di cominciare a cucinare accendete la Musica

Tortelli di zucca

RICETTA (dosi per 4 persone)

Ingredienti

– 300 g di pasta all’uovo
– 800 g di zucca
– 100 g di mostarda di mele
– 100 g di parmigiano grattugiato
– 10 g di cannella
– 3 g di noce moscata
– 200 g di panata di farina
– 1 limone
– 150 g di burro
– q.b. di sale

Preparazione

– Eliminare la buccia della zucca
– Tagliare in pezzi regolari
– Cuocere a vapore la zucca
– Lasciare asciugare
– Frullare la zucca con il parmigiano, la mostarda di mele
– Unire la cannella, la noce moscata e la panata
– Profumare con la scorza di limone grattugiato
– Riposare l’impasto con un canovaccio
– Stendere la pasta all’altezza di 1 mm
– Ricavare dei quadrati di 4 cm di lato
– Farcire con una noce di ripieno
– Chiudere non facendo combaciare gli angoli
– Cuocere in abbondante acqua
– Condire con burro fuso

Finitura e presentazione

Servire in piatti fondi spolverati di parmigiano

Annunci

28 commenti Aggiungi il tuo

  1. VinVivendo ha detto:

    L’ha ribloggato su VinVivendo e ha commentato:
    Visitate i miei blog di ricette puntogio su WP e http://blog.giallozafferano.it/colorisapori/

    Mi piace

  2. Sembrano davvero invitanti!

    Liked by 1 persona

      1. Vorrei tanto provarli!

        Mi piace

      2. VinVivendo ha detto:

        Si dai accendi la musica e provali

        Liked by 1 persona

  3. Dora Buonfino ha detto:

    Che meravigliosa visione!

    Mi piace

    1. VinVivendo ha detto:

      Sono come le ciliegie uno tira l’altro

      Mi piace

      1. Dora Buonfino ha detto:

        Sentiti in colpa per la fame che stimoli! 😀 Mi sa che un giorno dovrò per forza venire, fisicamente, dalle tue parti!

        Liked by 1 persona

      2. VinVivendo ha detto:

        Lo spero ma ricordati di portare la musica

        Mi piace

      3. Dora Buonfino ha detto:

        Ti stupirò! 😉

        Mi piace

      4. VinVivendo ha detto:

        Sono pronto

        Mi piace

  4. ilceliacofurioso ha detto:

    Buooooniiiii !!!!!

    Mi piace

  5. Sentimental Blog ha detto:

    Sono sicura che i Tuoi tortelli di zucca sono i migliori, non solo per la Tua bravura di Chef ma per le note che metti nel piatto
    Un abbraccio
    Sentimental

    Liked by 1 persona

    1. VinVivendo ha detto:

      Grazie quasi non ti riconoscevo ora che hai cambiato foto

      Mi piace

  6. mariannecraven ha detto:

    Sono la mia passione! Però io conosco quelli mantovani, non c’è la cannella, non c’è il limone e la panata di farina, che poi non so cos’è. 😕 Il resto è uguale. Li mangerei ogni giorno. Penso che anche i tuoi siano fantastici, riesco a sentirne il sapore in bocca solo a pensarci. Ma mi puoi spiegare cos’è la panata di farina, per favore? Grazie. Ciaoooo … 🙂

    Mi piace

    1. mariannecraven ha detto:

      Nooooooo! … ho dimenticato la cosa essenziale, in quelli mantovani ci vanno gli amaretti triturati, quelli duri, non quelli morbidi, Forse questa panata è il corrispettivo degli amaretti, per tenere sodo l’impasto del ripieno … Sono un po’ pazza, lo so, vivo di notte … 😀

      Mi piace

      1. VinVivendo ha detto:

        buona giornata e grazie delle tue visite

        Liked by 1 persona

    2. VinVivendo ha detto:

      La panata è il comune legame di un ripieno
      questi sono i Piemontesi come vedi vi è la mostarda

      Liked by 1 persona

      1. mariannecraven ha detto:

        Grazie per l’informazione. Anche in quelli mantovani c’è la mostarda … grazie a te per le tue visite. Mi piace molto il tuo blog, un po’ meno quello su giallozafferano, ma non per il blog, solo perché è pieno di pubblicità … la odio … Ciao, buona giornata. 🙂

        Mi piace

      2. VinVivendo ha detto:

        eheheh la pubblicità sai mi serve così con quel piccolo introito aggiungerò contenuti al mio blog. Si è vero che ci va sono io che non la metto quando li faccio zucca e amaretto

        Liked by 1 persona

      3. mariannecraven ha detto:

        Le seguirò sicuramente, non posso mangiare tutto, ma adoro la cucina e sono certa che proverò qualcuna delle tue ricette. Gnam, gnam!

        Mi piace

    3. VinVivendo ha detto:

      1) Farina. Do­si: un decilitro e mezzo d’acqua, un grammo di sale, 25 grammi di burro, 75 grammi di fa­rina setacciata. Riunite tutto in una bacinella a freddo, mescolate, e poi scaldate a fuoco vivo, sino a quasi il to­tale prosciugamento. Fate raffreddare, osservando le precauzioni sopra indi­cate. La panata alla farina è a tutto fare. Serve per pietanze magre e gras­se.

      Liked by 1 persona

      1. mariannecraven ha detto:

        Grazie, grazie mille!

        Mi piace

      2. VinVivendo ha detto:

        di niente da domani ricette esclusive cioè inventate da me

        Mi piace

  7. threekindsofgirl ha detto:

    Molto simili ai cappellacci Emiliani! Super buoni

    Mi piace

  8. mfantuz ha detto:

    Con questi ingredienti non li ho mai mangiati, ma come li faceva la mia nonna, qui in Emilia, slurp, slurp e ancora slurp! E quanto ripieno mi son mangiato da bambino mentre l’aiutavo a preparare.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...